ENG
                         

To be

video-installazione interattiva
dimensione: 3 x 2 metri
2009

Il progetto artistico “To be” analizza l’individuo, come soggettività in continua ed instabile mutazione.
Ogni essere nella sua essenza è munito di unicità, ma al contempo, munito di molteplici e sconfinate personalità e indefinibili sfumature. Il quale è parte di una o più collettività, nonché agglomerati di individui con personalità diverse. Il soggetto all’interno della società influisce sul determinare i diversi ruoli degli altri individui; inserendosi in una sorta di scambio continuo e incessante. Ogni persona è il risultato di contesti vissuti, di esperienze provate, persone conosciute,scelte compiute più o meno coscientemente.
L’installazione prende vita quando lo spettatore è presente: una telecamera rileva la presenza di un corpo all’interno dell’area adibita, frontalmente a tale corpo compare la proiezione di una persona a grandezza naturale, la vera protagonista del video-opera. La proiezione è composta da più figure umane che, come già detto, oltre ad interagire con lo spettatore, in alcuni momenti si relazionano tra di loro. L’installazione prevede anche la presenza di alcuni palloncini, i quali deformano i soggetti-oggetti della performance.

programmato insieme a Stefano D’Alessio