ENG
                         

Giardino contemporaneo

installazione -trittico
dimensione: 6 x 2 x 1 metri
2014

Il Giardino nasce dall’osservazione diretta della vegetazione di Villa Comunale a Trani, in seguito si è attivato un processo di deformazione, alterazione e mutamento. Lo studio è iniziato con l’elaborazione di una serie di calchi ricavati dalle forme vegetali: frammenti di foglie, brandelli di tronchi, pezzetti di rami. Tale processo ha prodotto una sequenza di elementi scultorei ottenuti con diversi materiali. Tutto inizia con un sottile strato di pellicola isolante, poi la carta, la cementite e infine la resina.
Figure fragili, delicate, leggere. Immagini sottili, esili, incerte. Forme che ricordano la fisionomia umana, ibridi scultorei tra uomo e natura. Gli elementi sono stati raggruppati, raccolti, assemblati all’interno di uno spazio limitato. Una struttura destinata ad accogliete le nostre piante, i tronchi e le foglie. La vegetazione riproposta in chiave artificiale e in materiale contraffatto, genera un luogo in cui regna il disorientamento e lo spaesamento. Uno spazio riparato, chiuso e protetto con un clima controllato. Il Giardino Contemporaneo è un tentativo di creare un microcosmo ospitato dal dispositivo di Villa Comunale. Un giardino nel giardino. Un giardino mobile e adattabile. Uno spazio ambiguo, isolato, controverso.
Inoltre, parte integrante del Giardino Contemporaneo è la proposta di una percorso alternativo al consueto tragitto imposto dall’assetto del parco. Un cammino nascosto da scoprire e svelare attraverso i simboli disseminati lungo gli alberi di Villa Comunale.

con Margherita Fabbri

ph. credits Alice Benini
Renkontigo – Area C | Contemporary Cultures

Giardino Contemporaneo

Giardino Contemporaneo

Immagini